Cerca
venerdì 24 novembre 2017 ..:: Archivio news 2008/09 ::.. Registrazione  Login
pubbligrafica
 22/03/2009

IL CORATO RIMANE IN ECCELLENZA!

casarano-corato-differita.jpg
Sarà ingresso gratuito per la gara di domenica prossima fra Corato e Copertino, ultima giornata interna per il campionato di Eccellenza.

La decisione di aprire le porte in maniera gratuita è stata decisa dal gruppo dirigenziale per permettere ad un numero sempre più numeroso di tifosi di accedere allo stadio per sostenere la squadra.

«Il momento è sicuramente delicato ma non critico – spiega il presidente Luciano Rutigliano – abbiamo preso questa decisione anche ascoltando la voce di alcuni tifosi ma anche della squadra che vuole sentire l'apporto del pubblico, in una maniera ancora più forte, in virtù di questa partita che può rappresentare il lasciapassare definitivo per il prossimo campionato di Eccellenza. Ci auguriamo che questo possa servire a raggiungere l'obiettivo prefissato con l'aiuto di tutti».


  

 01/03/2009

IL CASO STRIANO RIVOLUZIONA LA CLASSIFICA

Il Giudice Sportivo ha accolto i reclami di Virtus Casarano e Nuova Nardò per le gare disputate contro il Copertino (7^ e 8^ giornata di ritorno, entrambe terminate in parità), assegnando la vittoria a tavolino ad entrambe le squadre con il punteggio di 3-0 per la posizione irregolare di tesseramento del calciatore Maurizio Striano, schierato in campo dal Copertino. Grazie al ricorso, Casarano e Nardò guadagnano due punti.

Maurizio Striano ha iniziato la stagione in forza alla società A. Toma Maglie (Promozione Pugliese gir. B) ed è stato trasferito il 19 settembre a titolo temporaneo alla Nuova Nardò. Al termine del periodo previsto per le liste di svincolo suppletive (1-17 dicembre 2008) lo stesso calciatore è stato svincolato dalla Nuova Nardò e si è trasferito al Copertino; in realtà la società granata non poteva liberare dal vincolo il calciatore Striano, in quanto il cartellino era di proprietà della A. Toma Maglie. Il calciatore Striano avrebbe dovuto risolvere il prestito con la Nuova Nardò entro il 30 novembre, e solo allora avrebbe potuto, durante il secondo periodo per i movimenti di mercato, trasferirsi al Copertino. Pertanto, la sua posizione nelle gare oggetto del reclamo era irregolare perché non regolarmente tesserato per il Copertino. In realtà il Giudice Sportivo ha disposto il trasferimento degli atti alla Procura Federale per nuovi accertamenti, poiché la Nuova Nardò ha ceduto i suoi diritti sul tesserato all’A.S.D. Copertino pur non avendone titolo; è pertanto probabile che ci saranno ulteriori sviluppi nella vicenda, anche perché Striano ha preso parte ad altre gare tra cui Atletico Tricase-Copertino 0-2 (5^ giornata di ritorno), Copertino-Castellana 1-0 (4^ giornata di ritorno) e Copertino-Japigia 1-0 (2^ giornata di ritorno). In questi casi il termine per il reclamo da parte delle società è ormai scaduto, ma secondo l'art. 17 comma 8 del Codice di Giustizia Sportiva deve essere applicata la penalizzazione di un punto in classifica per ogni gara a cui ha partecipato il calciatore in posizione irregolare (per cui il Copertino rischia un'altra penalizzazione di tre punti). Fonte UsLuceraCalcio.it


  

DOVE SONO GLI ULTRA’?

Il Corato agguanta un misero punto nella giornata più fredda del campionato e per la prima volta nella sua storia, senza il pubblico neroverde sugli spalti; Mister Lotito deve far a meno di Picciariello, Mastrolonardo, Di Vincenzo e Pace squalificati e degli infortunati Asselti e Musti. Dal primo minuto rientro in campo di Frascolla, reduce da quattro giornate di squalifica, mentre Cataldo, terzino destro, sostituisce Asselti. Tra i pali Camporeale.

La manovra stenta a decollare nelle fasi iniziali e bisogna attendere il 28’ per annotare la prima iniziativa degna di tal nome. È De Filippi a tentare la conclusione dalla lunga distanza con esiti poco confortanti. Ben più pericolosa l’occasione che capita al 35’ sui piedi di Ruberto. Il centravanti locale elude la trappola del fuorigioco e indirizza il pallone verso la porta difesa da Camporeale, che in uscita, evita il peggio. Sugli sviluppi del corner che ne segue, Arnò può colpire di testa indisturbato, ma non riesce a centrare il bersaglio. L’unico acuto del Corato nel primo tempo arriva quasi allo scadere e porta la firma di Abruzzese su tiro da fermo. La botta del neroverde è potente ma la palla finisce alta.

Si va a riposo sullo 0 – 0  risultato che non accenna a sbloccarsi fino al 14’ della ripresa, quando Leonetti, impegna severamente il portiere Cesari dopo aver rubato palla a Pedone (ex Casarano ndr). La replica salentina è affidata a Zezza che al 24’ sfiora il palo con un tiro deviato da Cacciapaglia. Non ha miglior fortuna, al 37’, lo stacco di Leonetti, che manca la sfera a sorvolare la traversa. L’ultimo sussulto, si far per dire, lo produce un tiro di Carlà in posizione vantaggiosa, che tuttavia non impensierisce Camporeale.

Finisce 0 – 0, punteggio che rispecchia in pieno la pochezza del gioco espresso dalle due contendenti. Appuntamento domenica prossima nel derby che vede il Corato contro il Terlizzi. Francesco Roselli.

 12/02/2009

FORZA ANTONIO!

asselti.jpg
Lo staff di coratocalcio.it augura una pronta guarigione al giovane coratino Antonio Asselti per l’infortunio di martedì scorso. Durante un comune allenamento, Antonio è rimasto gravemente infortunato con la frattura scomposta di tibia e perone. Il giovane giocatore è stato operato ieri pomeriggio dal Dott. Moretti presso il Policlinico di Bari. Non sono ancora noti i tempi per il recupero ma è chiaro che la splendida stagione disputata in neroverde è finita a 7 giornate dal termine e in piena emergenza uomini. Invece notizie confortanti arrivano dal Giudice Sportivo che ha accolto il ricorso dell’A.s.d. Corato per le 6 giornate di squalifica del baby Frascolla. Dopo 4 giornate di stop forzato (scagliò involontariamente la palla contro un guardalinee N.d.R.), Giuseppe Frascolla, tornerà disponibile per la difficile gara di Domenica prossima in trasferta a Tricase. Francesco Roselli.


  

 09/02/2009

LA SAGRA DEL ROSSO

terna-arbitrale.jpg

Corato – Castellana 1 - 2

Paradiso.jpg
Sembrava dover essere la partita perfetta e invece il Corato, dopo essere passato in vantaggio dopo pochi minuti dal fischio d’inizio, grazie alla rete di Pace a digiuno di gol da quasi 3 mesi, si fa raggiungere dal Castellana dopo altrettanti pochi minuti dal vantaggio e subisce all’inizio del secondo tempo il raddoppio degli ospiti.

Il Corato senza Musti, Leonetti, Cataldo e Frascolla affronta un buon primo tempo, crollando nel secondo, quando con la complicità di un arbitro con il vizio del rosso, rimane in 8 uomini. L’unica azione del primo tempo degna di nota è il palo colpito da Mastrolonardo su punizione.

Il secondo tempo è di marca castellanese, dopo un azione pericolosa di Iacobone al 4’ per il Corato, arriva il secondo gol dalla parte opposta del campo; Tenzone smarca Di Vincenzo e passa a Laporta che segna a porta vuota. Comincia lo show dei rossi, o se volete “la sagra del rosso”, al 12’ Mastrolonardo subisce il secondo giallo ed è costretto a lasciare i suoi in 10; al 40’ Picciariello entrato durante il secondo tempo, è vittima dell' espulsione per doppia ammonizione e nel finale, in pieno tempo di recupero, il portiere Di Vincenzo si becca un rosso diretto per fallo da ultimo uomo fuori l’area di rigore. Finisce la partita con il dissenso dei tifosi di casa che protestano nei confronti della propria squadra e della terna arbitrale, quest’ultima troppo severa nei confronti degli uomini di Mister Lotito.

Il Corato non riesce proprio a clonare i risultati dello scorso campionato. A 7 giornate dal termine è più vicina la zona play out con soli 7 punti di distacco che quella play off che si allontana a 11. In attesa della trasferta più distante del campionato contro il Tricase dove la vittoria sarà l’unica rivincita, questa settimana comincia un vero e proprio tour de force per società e squadra. Francesco Roselli.


  

 06/02/2009 Riduci

CORATOLIVE.IT & CORATOCALCIO.IT

coratolive+coratocalcio.jpg

Per accontentare gli innumerevoli utenti che ogni settimana chiedono la pubblicazione delle foto delle gare di campionato, noi di coratocalcio.it siamo diventati partner del portale di informazione locale coratolive, leader nel settore.

Grazie a questo accordo, coratocalcio.it fornirà settimanalmente le foto più belle delle partite dell'A.s.d. Corato, garantendo così un aggiornamento costante della galleria fotografica. In futuro non si escludono altre iniziative di questo genere. Francesco Roselli.


  

 03/02/2009

I CORATINI CHE FANNO BENE

 

Ivan-CANNILLO.jpg
Questa volta non parliamo della squadra neroverde, alle prese con una crisi di punti in classifica, bensì di due ragazzi che stanno diventando pilastro della Fortis Trani: Ivan Cannillo e Domenico Zaza.

Il giovane Cannillo, proveniente dalla berretti della As Andria Bat, ha cominciato il campionato 2008/09 all’interno dell’A.s.d. Corato e a fine dicembre, dopo una non felice permanenza, ha esordito in terra tranese durante il secondo tempo della difficile gara Trani – Cerignola (la squadra foggiana è prima in classifica N.d.R.). In seguito a quella partita, il tecnico Squicciarini, ha schierato l’under Cannillo sempre titolare, convinto dalle ottime doti del difensore coratino; infatti, nelle successive quattro gare di campionato, il Trani ha subito un solo gol conquistando 9 punti in classifica grazie anche alla punta Zaza autore di una doppietta contro l’Acquaviva.

Anche se il campionato in questione è quello di promozione, inferiore per alcuni versi, sorge un dubbio: avrebbero fatto bene anche in maglia neroverde? Mister Lotito si è fatto sfuggire due coratini doc? Vedremo se il tempo darà ragione, per ora salviamo il salvabile. Francesco Roselli.


  

 01/02/2009

3 PUNTI, MA POCO ENTUSIASMO

LUIGI-MARCHETTI.jpg
Non è stata una bella partita ma quello che più interessava al Corato era tornare alla vittoria e i 3 punti sono arrivati, con il più classico dei risultati, 2 a 0, e con una rete per tempo.

Il Corato forse ha pagato lo scotto di essere subito passato in vantaggio, quindi ha pensato solo a controllare il gioco, regalando quindi poco allo spettacolo non portando grossi pericoli verso la porta avversaria, ma nello stesso tempo impedendo allo Japigia di fare gioco in avanti dove la linea mediana e difensiva del Corato permetteva molto poco.

Pronti via e il Corato è in vantaggio. Bella combinazione al limite dell'area fra Tritta e Leonetti con quest'ultimo che entra in area e fa secco il portiere avversario. Passa qualche minuto e al 9' una punizione di Mastrolonardo sfiora il montante alla destra di Leleuso. Il gioco ristagna a centrocampo e per vedere un tiro in porta bisogna attendere dalla distanza al 16' di Polichetti, parato dal portiere barese. Il primo tempo non offre più nulla da segnalare.

Nella ripresa un cross di Lanotte al 7' viene deviato da Leonetti di testa con la traiettoria alta sulla traversa. La prima conclusione degli ospiti si registra al 12' con un tiro di Andriani che termina di poco a lato. Appena entrato in campo, Iacobone si divora il raddoppio lanciato solo verso la porta barese, ma il suo tiro termina sul fondo. La stanchezza inizia a farsi sentire e le due squadra commettono diversi errori da una parte e dall'altra. Alla mezz'ora il Corato chiude la partita con il secondo gol. Punizione di Mastrolonardo con la palla che rimane nell'area piccola di porta, il più veloce di tutti a ribadire in rete è Lanotte. L'ultima occasione è sempre per il Corato al 42' con Pace che dalla distanza prova la via della rete, non centrando la porta.

Ora il Corato è atteso dalla difficile trasferta di giovedì a Massafra (diretta video su questo sito), prima di tornare in casa domenica prossima contro il Castellana. Salvatore Vernice.


  

 29/01/2009

FRASCOLLA A RIPOSO PER 6 GIORNATE

frascolla.jpg
Il Giudice Sportivo ha deciso di fermare per 6 turni il baby Giuseppe Frascolla in seguito all’espulsione rimediata giovedì 22 Gennaio contro il Bisceglie.

In quella gara il giovane Frascolla, in seguito ad un presunto fallo di Asselti nei confronti di un attacante del Bisceglie, scagliò la palla verso il guardalinee e la reazione fu la pronta espulsione quando mancavano pochi minuti alla fine della gara.

Dalle immagini della partita e a gli occhi dei tifosi non è chiaro se l'under Frascolla scaraventò di proposito la palla verso il guardalinee che segnalò il fallo, ma fatto sta che il giudice sportivo ha sanzionato l'accaduto con 6 giornate di squalifica che faranno riflettere il coratino.

La società coratina ha annunciato che farà ricorso a questa dura sentenza che si và ad aggiungere alla squalifica per un solo turno di Musti (espulso contro il Lucera) e Asselti (quarta ammonizione). Francesco Roselli.


  

 22/01/2009

LA PIOGGIA RALLENTA IL CORATO

Corato - Bisceglie 0 - 1

Nicola-Tritta-deluso.jpg
Corato-Bisceglie non delude mai. Gara intensa, palpitante con una cornice epica data dallo scrosciante acquazzone che si è riversato sul Comunale di Corato. All'incirca 600 gli spettatori. Questa volta gli adriatici restituiscono il pacco dono del Dicembre 2007, allorquando la premiata ditta Tritta, Musti, Leonetti regalò ai nerazzurri un Natale scurissimo. La rete di Porcelluzzi, metà promessa, metà oggetto misterioso fa felice soprattutto Angelo Columbo, alla prima da tecnico del Bisceglie. I suoi ragazzi oggi hanno espresso un ottimo calcio surclassando il centrocampo coratino orfano di Picciariello, oggi quantomai utile alla manovra. Per sostituire il centrocampista infortunato Lotito si affida a un Mastrolonardo più arretrato e all'apporto di Frascolla. Bisceglie senza Medico. Tribuna affollata con tanti volti noti.


Partenza del Corato con un lift di Mastrolonardo su calcio di punizione. Palla che viene controllata dalla difesa. Il Bisceglie, però, si impone subito a metà campo e costruisce azioni pericolose. Al 16' Malerba scarta un difensore e tira in porta. Si oppone Di Vincenzo con i pugni. Alla mezz'ora è ancora Bisceglie. A pungere, Porcelluzzi di testa. Al 35' Sardella sfiora il gol dell'ex con una sassata che il terreno scivoloso porta sul palo esterno. Due minuti più tardi mischia in area, palla che attraversa la zona franca e difesa che libera. Gli ospiti meriterebbero il gol del vantaggio. Il Corato si rifà vivo con Leonetti che, al 43', calcia alto.


Nella ripresa i neroverdi entrano con un altro piglio. Primi 10 minuti di pressing coratino e al 4', su una strepitosa azione palla a terra attorno all'asse Campanale, Leonetti, Pace, l'attaccante lucano calcia tra le braccia di Cagnazzo. Nel momento migliore del Corato arriva la doccia fredda. Al 9' Porcelluzzi, ben servito da Di Pinto, scarica in porta il destro vincente. Il Corato è in difficoltà. Al 16' Di Pinto fa partire un bel tiro che Di Vincenzo sventa a volo. Il Bisceglie è tambureggiante. Al 30' e al 33' il Bisceglie sfiora la rete. Prima è l'arbitro a ravvisare un fuorigioco, poi è Malerba a non centrare la porta. Nel finale espulsione per Frascolla, reo di aver calciato il pallone addosso al guardalinee. Il Bisceglie espugna con merito il Comunale, Corato un po' appannato ma che ha tenuto testa all'ottima vena degli undici di Columbo. Francesco De Marinis.


  

 18/01/2009

5 PUNTI AI PLAY-OFF

Locorotondo - Corato 0 - 1

leonetti-tritta.jpg

Con un bellissimo gol, alle battute finali, su punizione di Mastrolonardo, il Corato batte il Locorotondo per 1 – 0 conquistando così i 3 punti che mancavano in trasferta dal lontano 19 Ottobre. Pur non avendo giocato una partita brillante, gli uomini di Lotito archiviano la pratica Loco, mettendosi a soli 5 punti dalla zona play off. Decisiva la punizione del neo acquisto Giulio Mastrolonardo che all’88’ da una distanza di 25 metri ha insaccato la palla nell’angolino basso della porta.

Analizzando risultati e classifica, Bisceglie e Sogliano conquistano un punto per parte dando la possibilità ai coratini di avvicinarsi; il Massafra perde con l’Ostuni facendosi superare dai neroverdi e infine il Real Altamura pareggiando con il Terlizzi si colloca a 30 punti con il Corato. Molto importante il turno infrasettimanale di giovedì 22 Gennaio, i 3 punti serviranno a bloccare e raggiungere in classifica, il Bisceglie posto a 33 punti. Francesco Roselli.


  

 12/01/2009

CORATO: AMARO!

Sogliano – Corato 2 - 0

Giulio-Mastrolonardo.jpg
Bastano poco più di 5 minuti per dimenticare i risultati positivi e consecutivi conquistati nelle ultime sette giornate dai neroverdi; la squadra allenata da Mister Lotito affonda nell’abisso dopo la prima sostituzione di Campanale perdendo concentrazione in tutti i settori del campo.

A fine gara lo occasioni da gol dei coratini sono state quasi nulle e analizzando le pecche di questo incontro, ci ritroviamo di fronte ad una difesa indaffarata a rilanciare palle alte e limitata a contenere gli attacchi avversari; un centrocampo che poteva offrire una migliore trama di gioco e un attacco non colpevole, viste le pochissime palle ricevute.

Dispiace molto fare quest’analisi negativa della partita giocata ieri pomeriggio, ma la scarsa concentrazione dei neroverdi e l’audacia del Sogliano nel realizzare le due reti, sono state il risultato della sconfitta.

Dando uno sguardo alla classifica, adesso è tutto da rifare, il Corato di quest’anno è come un elastico che vede il 5° posto che si allontana e la zona play out che si avvicina. Gli allenamenti di questa settimana saranno fondamentali per rivedere gli errori commessi e ciò dovrà essere il cammino verso la vittoria di domenica prossima contro il Locorotondo. Francesco Roselli.


  

 31/12/2008

triangolare.jpg
Il 30 dicembre, con inizio alle ore 14'30, si è disputato il primo trofeo dedicato alla memoria di Vito Zefferino, il giovane portiere ruvese, scomparso il 1° agosto 2008, a soli 18 anni, in seguito ad una leucemia fulminante.

Al comunale di Ruvo hanno partecipato oltre alla squadra di casa, due formazioni di categoria superiore: l'ASD Atletico Corato e l'Andria BAT, che milita nel torneo di II Divisione (ex C2).

La prima gara tra Corato e Ruvo è stata vinta ai rigori dal Corato; la seconda tra Ruvo e Andria è stata vinta dall'Andria e infine il trofeo l'ha conquistato il Corato battendo per 1 - 0 l'Andria, giocando la terza gara da 45 minuti.

La famiglia Zecchillo a fine gara ha ricevuto un ricordo di questa manifestazione.


  

 20/12/2008

GIUDICE SPORTIVO

 

4.gif
--- GARE DEL 7/12/2008 ---

 

RECLAMI

 

Gara PUTIGNANO CALCIO - BOYS B. CALCIO del 7/12/2008

 

Esaminati gli atti ufficiali; rilevato che: la società PUTIGNANO CALCIO con preannuncio telegrafico seguito da tempestivo reclamo adiva questo Giudice Sportivo chiedendo la ripetizione della gara per errore tecnico arbitrale; considerato che dal rapporto di gara e dal relativo supplemento risulta che al 27' del 2° tempo il capitano della società PUTIGNANO CALCIO invitava i calciatori della propria squadra ad abbandonare il terreno di gioco; che l'Arbitro, visto l'effettivo abbandono del terreno di gioco da parte di tutti i calciatori della società PUTIGNANO CALCIO, al 27' del 2° tempo, si vedeva costretto a sospendere definitivamente la gara; tutto ciò premesso e considerato, osserva questo Giudice Sportivo che il reclamo proposto dalla società PUTIGNANO CALCIO non è meritevole di accoglimento poichè le circostanze enunciate dalla istante non trovano rispondenza negli atti ufficiali, trattandosi, peraltro, di valutazioni riservate all'insindacabile giudizio del Direttore di Gara; che, inoltre, durante l'intervallo tra il primo ed il secondo tempo, una persona estranea, qualificatasi come presidente della società PUTIGNANO CALCIO, si recava nello spogliatoio dell'Arbitro rivolgendo all'indirizzo dello stesso frasi gravemente ingiuriose;

P.Q.M. DELIBERA

1) di rigettare il reclamo proposto dalla società PUTIGNANO CALCIO, addebitando la relativa tassa a carico della società istante;

2) di comminare alla società PUTIGNANO CALCIO la punizione sportiva della perdita della gara con il risultato di 0 - 3 in favore della società BOYS B. CALCIO;

3) di comminare alla società PUTIGNANO CALCIO la penalizzazione di un punto in classifica;

4) di comminare alla società PUTIGNANO CALCIO l'ammenda di euro 500,00 per 1^ rinuncia.

5) di comminare alla società PUTIGNANO CALCIO l'ammenda di euro 300,00 per presenza di persone estranee nello spogliatoio dell'Arbitro.

 

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

 

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

 

A CARICO DI SOCIETÀ PERDITA DELLA GARA:

PUTIGNANO CALCIO

Vedi delibera.

 

PENALIZZAZIONE PUNTI IN CLASSIFICA:

 

PUTIGNANO CALCIO -1

Vedi delibera.

 

AMMENDE

€ 500 PUTIGNANO CALCIO

Vedi delibera.

 

€ 300 PUTIGNANO CALCIO

Vedi delibera.

 

--- GARE DEL 13/12/2008 ---

 

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

 

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

 

A CARICO DI CALCIATORI

 

Squalifica fino al 18/12/2013

 

PIPERIS AGOSTINO (Japigia)

Espulso per aver colpito con due forti pugni al viso due avversari, provocando in entrambi i casi momentaneo dolore, tentava di colpire con pugno un terzo tesserato della squadra avversaria.

Mentre i compagni di squadra lo accompagnavano coattivamente fuori dal terreno di gioco si divincolava e si dirigeva verso la panchina della squadra avversaria inveendo contro i suoi occupanti e veniva prontamente bloccato dai propri dirigenti. A fine gara attendeva gli avversari all'ingresso degli spogliatoi e colpiva con i bulloni di plastica dura di una scarpa da calcio il capo di un tesserato della squadra avversaria e dell'allenatore della medesima provocando vaste ferite con

copiosa fuoriuscita di sangue. Infine colpiva il capitano della squadra avversaria con un calcio all'addome provocandogli momentaneo dolore. (CON PRECLUSIONE DEFINITIVA)

 

Squalifica per quattro gare effettive

 

TATEO GIOVANNI (Japigia)

Colpiva un avverario con un violento pugno sul volto provocandogli momentaneo dolore e

stordimento.

 

--- GARE DEL 14/12/2008 ---

 

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari.

 

A CARICO DI ALLENATORI - Squalifica fino al 1/ 1/2009 -RUBERTO MARIO (ATLETICO TRICASE)

 

A CARICO DI CALCIATORI - NON ESPULSI DAL CAMPO - Ammonizione con diffida (III infr) - TRITTA NICOLA (Atletico Corato)


  

 08/12/2008

IL CORATO RALLENTA L'EX CAPOLISTA

striscione.jpg

L’Atletico Corato dopo il quarto pareggio in quattro giornate, si toglie un sassolino dalla scarpa fermando il Liberty sullo 0 – 0 e regalando il “trofeo campione d’inverno” al Casarano, vittorioso sul campo di Massafra. Ne hanno approfittato Real Altamura e Terlizzi che vincendo rispettivamente contro Lucera e Castellana, superano in classifica i neroverdi, lasciandoli a soli due punti dalla zona play-out.

Gli uomini di Lotito hanno più volte meritato la vittoria, i singoli hanno dimostrato di aver ritrovato la concentrazione smarrita a inizio campionato e l’assenza della coppia Leonetti - Pace è stata la ciliegina mancante sulla torta per conquistare i tre punti. Al di là di questo non sono stati da meno Tritta e Martinelli capaci di impensierire più volte il giovane portiere Anaclerio, e il baby Asselti (classe 91) che più volte è riuscito a penetrare nella difesa del Liberty. Alla fine dei 90 minuti il Corato conquista un punto che arriva in un momento non molto felice vista la posizione in classifica, risultato comunque che ambisce ad un inizio di ritorno di campionato migliore.

Al comunale di Via Gravina, bandiere a mezz’asta e giocatori con il lutto al braccio, tanta commozione per la presenza di Savino Frualdo, ex giocatore del Corato, che ha da poco perso la moglie Rosanna in un incidente stradale. Dopo un minuto di raccoglimento i tifosi del Corato hanno esposto uno striscione e mantenuto il silenzio per 10 minuti. Francesco Roselli.


  

 07/12/2008
soccer-puglia.jpg

Continua, entusiasmante, il testa a testa in vetta alla classifica d’Eccellenza. Il Liberty si sbarazza di un Sogliano che recrimina ed esce dall’Arena della Vittoria con le ossa rotte. Agevole il successo del Casarano che mette ko uno Japigia arrendevole. Con cinque gol l’Ostuni alza la voce e, approfittando del rallentamento del Copertino, fermato dal Corato, balza al terzo posto. Importante successo del Locorotondo che, dall’arrivo di Serri, ha cambiato registro. Nella zona calda affermazione del Terlizzi che pare abbia dato una svolta al suo campionato. Quest’oggi tre i campi centrali da seguire con attenzione. A Ruvo (campo neutro), Bisceglie e Copertino cercano di ripartire. Stessa cosa vale per il Massafra attesa dallo scontro con il Casarano allo Stadio Italia. Splende su tutti Sogliano – Ostuni. Capitolo trasferimenti. Lunedì si è aperta la sessione invernale del calciomercato. La parte del leone l’ha fatta il Castellana. Acquistati Colacicco (C spagnola), Tenzone (Japigia) e Angelico (ex Corato). A Terlizzi è approdato il bomber barlettano Zagaria. Il Locorotondo ha ceduto Lobascio al Real Molfetta. Mercato da sogno per il Casarano che, dopo aver preso Disantantonio (Brindisi) punta Majella (Campobasso), Leone (Massafra) e De Pasquale (Pescina). Tondo del Sogliano è finito al Manduria (Promozione) mentre il Nardò ne ha presi 4 tra cui Saracino del Bisceglie. Via il coratino Lops da Altamura. Chiudiamo con Corato. Acquistato dalla Santegidiese (D), il terzino classe 1990, Michele Polichetti. In arrivo un centrocampista.

SCHEDA

Liberty Bari.jpg
L’A.S.D. Liberty, nata dalle ceneri della Liberty Bari, rappresenta la prima forza, assieme alla Virtus Casarano, del torneo di Eccellenza. Numeri che parlano da soli. 38 punti, neanche una sconfitta e 31 reti messe a segno, il numero più alto della categoria. La storia del Liberty, quello che i più pronunciano con l’accento sulla ì, ha origini lontanissime e ha vissuto, la scorsa estate, l’ennesimo capitolo di una saga cominciata nel 1909 con il rilevamento del titolo da parte dell’imprenditore barese Nicola Canonico. La formazione è allenata da Lorenzo Catalano, figlio di Biagio, bandiera del Bari (qualche giorno fa ha festeggiato 70 anni ndr), che proviene da una lunga trafila alla guida del club biancorosso e dal ruolo di secondo, lo scorso anno a Casarano. Punta di diamante è l’attaccante argentino Suarez, autore di 8 reti e prelevato dal Noicattaro (C2). Dal professionismo arrivano anche Francesco Bitetto, ancora decisivo a centrocampo nonostante le 38 primavere e Rocco Roberto Paris, ex calciatore del Bari. A brillare su palcoscenici importanti il brasiliano Carminati, punta agile, prolifica e con l’innato fiuto del gol che domenca tornerà dopo l’infortunio alla spalla. Basilare il pacchetto ereditato dalla Liberty della scorsa stagione. Sono rimasti, infatti, calciatori del calibro di Dario Loporchio (presidente dell’Aic regionale), Rubini, Costantino, Carlucci e il molfettese Uva. Non vanno dimenticati i calciatori di esperienza come Loseto, Menga, De Santis  e Zaccaro. Due gli ex Corato. Domenico Lovergine, componente under della linea mediana barese, ha svolto la preparazione estiva con i neroverdi mentre in difesa agisce lo stantuffo Damiani, reduce da una buon girone di ritorno con la maglia del Corato.


  

 05/12/2008

IN LUTTO LA CITTA' DI CORATO

savinofrualdo.jpg

Lo staff di coratocalcio.it esprime le più sentite condoglianze al'ex giocatore del Corato, Savino Frualdo (nella foto accanto) e alla sua famiglia per la scomparsa della cara moglie Rosanna.

Dolore immenso anche per le altre vittime del tragico incidente stradale avvenuto ieri mattina alle 9:30 sulla Corato - Bisceglie, tra cui la sorella di Rosanna, Francesca, il coratino Giovanni Piccareta e il maresciallo della guardia di finanza, Pasquale De Palma di Giovinazzo. Per la partita di domenica 7 Dicembre, il Corato giocherà con il lutto al braccio.

Addio Rosanna, tra i ricordi più belli, quando mi parlavi di te piccina che seguivi Savino durante le partite del Corato e di tutte le serate trascorse a lavorare insieme all'Abidos. Hai perso la vita a soli 29 anni, il destino a volte è così crudele, rimmarai nei nostri cuori. Francesco.


  

 04/12/2008

UNA PIETRA DIVENTA MONETA

espulsione-Lotito.jpg
Come previsto, nell'ultima seduta del Giudice Sportivo, sono stati squalificati per un turno Leonetti e Jacobone che si vanno ad aggiungere alla seconda giornata di squalifica di Pace, nelle assenze per domenica prossima.

Sull'episodio di domenica scorsa che vide coinvolto il tecnico Lotito colpito da una pietra, come era facile immaginare viste le ultime decisioni contro la formazione neroverde, il Giudice Sportivo ha emesso una sanzione di 600 euro a carico del Copertino.

La cosa che meraviglia (ma sino ad un certo punto) è che mentre le riprese filmate, mostrano chiaramente nelle mani del dirigente accompagnatore, Aldo Mazzilli, la pietra fatta vedere all'arbitro, Laudato di Taranto, e al suo assistente, nel comunicato ufficiale la pietra diventa una "misera" moneta.

Nel caso specifico, l'arbitro era dalla parte opposta del campo e solo i richiami dalla panchina del Corato e l'intervento dei giocatori neroverdi in campo, attirarono la sua attenzione.

Quindi sembra molto strano che il sig. Laudato, ma anche il suo primo assistente, lontani dalla panchina di Lotito abbiano potuto vedere cosa veramente avesse colpito Lotito.

A questo punto nello stendere il referto l'arbitro, secondo il nostro modestissimo parere, o scriveva quello che aveva visto nelle mani del dirigente coratino oppure, in maniera pilatesca, confermava di non aver visto direttamente cosa fosse successo in una zona del campo lontana dalla sua posizione, ma di aver visto solo l'allenatore del Corato a terra.

Ma nel referto il sig. Laudato non poteva assolutamente scrivere di aver visto una moneta, poichè questa non è stata vista da nessuno dei presenti.

Da segnalare nelle decisioni del Giudice Sportivo i 4 giocatori del Castellana squalificati e che salteranno la prossima gara contro il Terlizzi. Salvatore Vernice.


  

 28/11/2008

SQUALIFICA: 2 GIORNATE A PACE

raimondo_pace.jpg
Nel finale della gara tra Corato e Real Altamura, il bomber Pace fu espulso per qualche parole di troppo nei confronti dell'arbitro; in quella occasione il direttore di gara non fischiò un fallo ai danni di Cacciapaglia, concedendo la regola del vantaggio ma ripensandoci subito dopo, quando la posizione del bomber di Lavello, lanciato verso la porta, risultò troppo pericolosa. Il giudice sportivo ha deciso di sanzionare l'attaccante neroverde con due giornate di squalifica, quindi salterà la partita di domenica prossima contro il Copertino e l'impegnativa ed ultima gara d'andata contro il fortissimo Liberty Bari (prima in classifica senza aver perso neanche un incontro). L'altro squalificato per somma di ammonizioni sarà il difensore Abbrescia.

Ecco la foto ufficiale dell'A.s.d. Atletico Corato della stagione 2008/09.

A.s.d.-Atletico-Corato.jpg


  

 27/10/2008

CORATO BEFFATO AL 94’

fanzine1.jpg
Ancora una sconfitta interna per il Corato di Lotito, questa volta per mano di un Tricase molto fortunato, capace di segnare in pieno recupero dopo una partita in ombra. Anche se i padroni di casa hanno avuto sempre il pallino del gioco, raggiungendo con un buon 60% il possesso palla, hanno gettato alle ortiche la partita nel finale quando da un calcio di punizione partito dalle retrovie dei rossoblù, Mustachi dopo aver scavalcato il centrale Abbrescia e dribblato il portiere Di Vincenzo, ha messo in rete la palla da 3 punti. Certamente i neroverdi devono rivedere gli errori di questa gara, che pur con il possesso palla, non sono mai riusciti a essere pericolosi sotto porta; dall’altra parte la squadra leccese accontentandosi di un buon pareggio non ha mai offerto bel gioco. Ancora una volta i tifosi coratini hanno assistito a un Corato a due facce che in casa non riesce a esprimersi al meglio e in trasferta sviluppa buone fasi di gioco.

Tra le note di questa domenica di calcio, da segnalare l’assenza in panchina del tecnico Lotito per la squalifica rimediata a Castellana e la distribuzione della prima fanzine realizzata da coratocalcio.it

Non rimane ancora una volta che archiviare questo deludente risultato e pensare al derby di domenica prossima contro il Terlizzi dove l’imperativo è vincere.


  

 25/10/2008

LOTITO SQUALIFICATO UN MESE, LA SOCIETA’ NON CI STA

 

arbitro-pappagallo.jpg
La società dell'A.S.D. Atletico Corato non ci sta e attraverso un comunicato stampa esprime con forza la sua indignazione per quanto è accaduto ad un suo tesserato, il tecnico Michele Lotito, squalificato per un mese (pari a sette gare stagionali) dal Giudice Sportivo.

“L'episodio che ha provocato l'espulsione del nostro allenatore – spiega il presidente Luciano Rutigliano – come si può evincere dalle immagini di Coratocalcio.it si riferisce alla giusta protesta, fatta in maniera molto corretta verso il vicino guardalinee, per la presenza in campo di due palloni, entrambi nella metà campo del Corato e precisamente uno sui piedi dell'attaccante del Castellana

GLI ERRORI ARBITRALI IN QUESTIONE

ed il secondo tra i piedi di un nostro difensore. Una terna attenta, avrebbe come minimo fermato il gioco, invece il sig. Pappagallo ha pensato bene, anzi male, di far continuare l'azione innescando le giuste proteste della nostra panchina. Sempre dalle immagini, e quindi facilmente controllabili, si vede infatti che quando il sig. Pappagallo si avvicina alla nostra panchina, il nostro allenatore mostra in maniera inequivocabile, con il segno delle due dita, che la sua protesta, all'interno dell'area tecnica, era riferita al fatto che in campo c'erano due palloni e che nessuno componente della terna, fosse intervenuto. Da segnalare che quando l'arbitro si è avvicinato al tecnico, lo stesso si è limitato a spiegargli il motivo e, dopo una stretta di mano all'arbitro, ad abbandonare il terreno di

PER I VOSTRI COMMENTI CLICCATE QUI.

sport021.gif
gioco. Il notro timore è che il sig. Pappagallo abbia voluto inasprire il suo referto, poiché come osservatore del suo operato c'era il presidente del C.R.A. (Comitato Regionale Arbitri) pugliese, Efisio Casu, e quindi spiegare l'espulsione del tecnico “solo per aver protestato per la presenza di due palloni in campo”, forse non poteva reggere una sanzione del genere. Ci auguriamo che il presidente Casu abbia potuto notare le tante “incomprensioni” che ci sono state tra arbitro e assistenti, in una direzione di gara che ha mostrato più di una lacuna, prendendo i dovuti provvedimenti in cui non è certamente nostro compito entrare in merito, ma perlomeno evidenziarli al fine di una crescita migliorativa del nostro movimento calcistico, di cui gli arbitri sono una componente fondamentale. Non è nostro costume polemizzare – conclude il Presidente Luciano Rutigliano – ma le immagini televisive e il comportamento del nostro tecnico, non lasciano dubbi su quanto sia accaduto realmente sul terreno di gioco di Castellana. Situazione che sicuramente non corrisponderà a quanto può essere stato riportato nel referto del sig. Pappagallo e che ha spinto il Giudice Sportivo ad infliggere al nostro tecnico una squalifica così pesante che penalizza oltre misura anche la nostra società. In altre circostanze, tecnici che sono entrati con forza e con ben altre intenzioni nello spogliatoio dell’arbitro, hanno subìto sanzioni meno pesanti”.


  

 23/10/2008

COPPA ITALIA: IL CORATO TORNA IN CAMPO

coppa_italia.jpg
Come un anno fa, il Corato incontra nuovamente il Bisceglie, nell’andata di ottavi di finale di coppa Italia. Nella scorsa stagione dopo aver superato il mini girone contro Ruvo e Minervino, i neroverdi incontrarono la formazione allenata, allora da Mister Di Corato e le due gare ebbero esito negativo: la gara d’andata persa 1 – 0 e la gara  di ritorno persa 2 – 1. Sempre facendo un passo indietro, la prima giornata di campionato, vide la sfida tra Bisceglie e Corato persa dai coratini per 2 reti a 1; in quella giornata, l’esordio di Mister Lotito in neroverde, nel campionato d’Eccellenza, lo vide protagonista della prima e unica espulsione dal campo, che costò 20 giorni di squalifica. Dopo le 3 sconfitte maturate durante quel campionato, il Corato riuscì a rifarsi solo il 23 Dicembre 2007 vincendo per 3 reti a 0, in una gara che i tifosi non dimenticheranno mai per lo spettacolo cui assistettero.
espulsione-Lotito.jpg

A distanza di un anno, il Bisceglie non è più la squadra cinica di allora, gli eventi dopo la gara contro il Trapani hanno segnato la società biscegliese, costringendola innanzitutto a disputare le gare interne in campo neutro e a porte chiuse, e a un ridimensionamento della rosa visti i mancati introiti per l’inutilizzo dello stadio di casa. Dall’altra parte, il Corato si ritrova nuovamente con la squalifica di Mister Lotito per 30 giorni (fino al 23 Novembre; l’allenatore fu espulso durante la gara di domenica scorsa contro il Castellana) e come avversario l’ex terzino sinistro Michele Schirone.

L’appuntamento è oggi pomeriggio alle 15:30 per la gara contro il Bisceglie, la partita si disputerà a porte chiuse e in campo neutro (comunale di Ruvo di Puglia)


  

 20/10/2008

CORATO FORMATO TRASFERTA

 

Castellana - Corato 0 - 1

 

esplulsione-sigrisi.jpg
Funziona il Corato formato trasferta. Prende tre punti d’oro, si rifà sotto in classifica ma soffre in casa di un ottimo Castellana dal quale emerge la verve dell’ottimo Anelli. Ospiti che davanti riescono a giocare bene la palla ma un po’ meno attenti in difesa dove concedono molti metri agli avversari. Lotito rivede la formazione di domenica e schiera Leonetti in avanti sacrificando Cacciapaglia a centrocampo. Padroni di casa senza Claudio Laporta.

Primi minuti di marca nero verde. Al 9’ Leonetti colpisce la traversa con la complicità del portiere castellanese Gemmati che devia con la punta delle dita. Al 14’ i bianconeri protestano vibratamente per una rete annullata. Salvati si libera e appoggia per Carbonara che scarica a rete. Di Vincenzo non trattiene e Anelli insacca ma in fuorigioco. Al 19’ Pace effettua uno scambio rapido con Tritta al limite dell’area. L’attaccante tranese si libera dei difensori e realizza. Corato in vantaggio. Il Castellana non ci sta e replica, al 22’, con un’azione mal finalizzata da Tunzi prima, palla sul muro nero verde e Carbonara poi che calcia fuori di poco. Al 40’ un incontenibile Anelli, pescato solo in area, conclude di poco a lato, sfiorando il palo.

Passiamo alla ripresa. E’ subito Castellana al 2’. Sigrisi mette al centro ma Carbonara e Salvati non arrivano all’appuntamento con il gol. Appuntamento che manca di qualche centimetro il bel tiro di Tritta che si stampa sulla traversa. E’ il 12’. Castellana con un uomo in meno due minuti dopo. Sigrisi colpisce Pace con una gomitata e viene mandato negli spogliatoi da Pappagallo di Molfetta. Al 23’ brivido Castellana con Maggipinto che, su calcio piazzato, fa fare un figurone a Di Vincenzo, bravissimo ancora una volta a sventare la minaccia. La gara sembra chiudersi, dopo le espulsioni di Cataldo e Lotito, sull’1 a 0 ma le coronarie dei tifosi coratini vengono messe a dura prova da Tunzi che al 96’ s’infila in area ma manda clamorosamente fuori di poco.

Il Corato porta a casa la piena posta in palio ma soffre più del dovuto. Benissimo il Castellana che in casa è pratica difficile da archiviare. Francesco De Marinis.


  

 17/10/2008

CORATO, CHE DISASTRO!

rigore-sbagliato.jpg

Corato – Massafra 0-2

Nicola-Tritta-deluso.jpg
Con ben due rigori sbagliati
, l’Atletico Corato regala letteralmente la vittoria al Massafra, in un pomeriggio infrasettimanale all’insegna degli errori arbitrali. Nel primo caso il tiro di Pace è stato intuito dal portiere, nel secondo caso Leonetti ha colpito il palo esterno. Invece per quanto riguarda il rigore “regalato” ai tarantini, dopo soli due minuti dal fischio d’inizio, il signor Robusto di Foggia, fischia un fallo inesistente di Abbrescia in area di rigore, che Piccolo dal dischetto realizza.

Per tutto il primo tempo, come d’altronde il secondo, il possesso palla dei coratini e le azioni da gol sono a senso unico; gli uomini di Lotito dimostrano di aver trovato un’ottima forma fisica ma non altrettanto sangue freddo sotto porta. Dall’altra parte i giallorossi, dopo la realizzazione del primo gol, si chiudono a riccio e non impensieriscono quasi mai il portiere Di Vincenzo, tranne l’occasione del secondo gol all’83’ in un’azione in contropiede dove, il Corato, alla ricerca del pareggio, lasciava scoperta la difesa.

Alla fine dei novanta minuti i padroni di casa tornano negli spogliatoi con tanto amaro in bocca, consapevoli di aver giocato un ottima partita, ma con il dato di fatto di non essere riusciti a ribaltare la situazione iniziale di svantaggio. Da oggi pomeriggio riprende l’allenamento in vista della gara esterna di domenica prossima contro il Castellana, reduce dalla sconfitta contro il Sogliano per tre reti a zero. Infine da segnalare la sconfitta del Casarano contro l’Ostuni che si posiziona solitaria al primo posto con 19 punti. Francesco Roselli.


  

 13/10/2008

CONTINUA LA STRISCIA POSITIVA

gol-abbrescia-corato-japigi.jpg

 

Japigia - Corato 2-3

 

cataldo.jpg
In una domenica all’insegna dei pareggi in campionato, il Corato batte lo Japigia per tre reti a due, accorciando sulla prima in classifica Casarano che adesso è a soli 4 punti di distanza.

Il tecnico neroverde riconferma la formazione anti - Lucera e schiera sin dal primo minuto l’under Cataldo che a sua volta clona la brillante prova di domenica scorsa grazie al buon controllo di palla e alle ottime ripartenze; dall’altra parte l’over La Notte viene sostituito al 23’ p.t. da Abbasciano per un problema muscolare. Ad accompagnare i due laterali della difesa neroverde ci sono Abruzzese e Abbrescia, quest’ultimo autore del primo gol, mentre a centrocampo troviamo Cacciapaglia, Sardella, Frascolla e Asselti. In attacco migliora la condizione di Michele Musti che accumula minuti nelle gambe, a sostenerlo ci pensa Raimondo Pace che ha ormai preso il vizio del gol, per lui settima realizzazione stagionale dopo sole 8 partite.

Veniamo alla cronaca della partita, dopo soli 5 minuti, il Corato passa in vantaggio grazie ad un perfetto colpo di testa di Abbrescia servito da una punizione dalla destra di Musti; per quasi tutto il primo tempo, il possesso palla e le azioni da gol sono di stampo neroverde, anche se pian piano, gli uomini di Lotito arretrano il loro baricentro fino ad arrivare al 41’ quando Zagaria sigla il momentaneo 1-1.

Il secondo tempo si riapre con una netta reazione del Corato, ma al 13’ è ancora Zagaria a impegnare Di Vincenzo con un tiro ravvicinato deviato con i pugni. Al 17’ arriva l’autorete dello Japigia, Pace con l’intenzione di servire Musti sulla sinistra, viene anticipato da una scivolata di Midio che insacca nella propria rete. Il Corato aumenta la propria pericolosità grazie ad una precisa punizione battuta da Savio Sardella deviata in angolo dal portiere barese e ancor più pericoloso grazie ad un tiro di Asselti deviato sempre in angolo dal portiere Ferrara. È il preludio al gol. Al 30’ Pace intercetta una palla persa da Facitondo che senza indugiare colpisce con un pallonetto da fuori area realizzando il 3-1. Al 37’ Abbasciano atterra Zagaria in area di rigore, dal dischetto tira Tenzone che sancisce il 3-2 finale.

 

vcl.jpg

 

La partita disputata al San Paolo di Bari è stata seguita dall’incirca 80 tifosi coratini e si può dire che per la prima volta, dopo un anno calcistico, i supporters neroverdi hanno incitato la squadra per gli interi 90 minuti dimostrando di essere il 12° uomo in campo soprattutto nei momenti di sbandamento della propria squadra. Adesso occhi puntati al 3° turno infrasettimanale di giovedì prossimo contro il Massafra, gara che si disputerà in casa. Francesco Roselli.


  

 08/10/2008

ILLUMINAZIONE AL COMUNALE 

sopralluogo.jpg

Si è tenuto oggi un sopralluogo da parte dei tecnici dei quattro gestori di telefonia mobile, Vodafone, Tim, Wind e H3G presso lo stadio comunale di Corato, per un'eventuale installazione di quattro torri di illuminazione che daranno la possibilità di disputare le gare in notturna. Oltre al presidente Luciano Rutigliano, erano presenti Ignazio Salerno assessore all’agricoltura, ecologia, ambiente e qualità urbana, Beniamino Nocca, vice Sindaco e Salvatore Vernice incaricato di rappresentare il Sindaco in occasione di iniziative inerenti alle politiche sportive. Grazie a questo accordo entro l’anno prossimo Corato avrà uno stadio con l’illuminazione a norma e l’intero progetto sarà finanziato dalle società mobili grazie all’installazione di quattro ripetitori telefonici. Francesco Roselli


  

 06/10/2008

...ALLA FINE FACCIAMO "PACE"

raimondo_pace.jpg

Corato - Lucera 1-0

 

corato-lucera-gol.jpg
In una gara fotocopia come quella contro il Locorotondo in materia di determinazione e tenacia, gli uomini di Lotito conquistano i 3 punti dimostrando a tutto il pubblico di casa di essere in gran forma e di saper costruire tante azioni da gol.

 

L’inizio gara vede impegnato il portiere Lucerino diverse volte e la prima vera occasione arriva al 19’ quando un cross dalla sinistra di La Notte viene deviato da un difensore biancoceleste.

Al 35’ un colpo di testa di Cacciapaglia indirizzato verso la porta, viene salvato sulla linea.

Nella ripresa è Sardella a impegnare Curci con un tiro rasoterra da fuori area che viene deviato in calcio d’angolo. È il preludio al gol. A quindici minuti dalla fine della partita, arriva il sorriso su tutti i volti dei tifosi neroverdi, a siglare la rete, per la sesta volta, la chiave di volta dell’attacco coratino, Raimondo Pace; Musti riceve palla dalla sinistra e la serve al compagno che da autentico goleador insacca alla destra del portiere.

Nel finale è Asselti a diventare pericoloso grazie ad una sua azione personale che svanisce in angolo.

 

Durante la gara da segnalare la dura contestazione di alcuni tifosi coratini ai danni del convalescente Michele Musti (quasi 8 mesi di stop per infortunio) per aver peccato in alcune fasi del gioco; dall’altra parte una forte intermittenza del tifo neroverde, soprattutto nel secondo tempo, quando le tante azioni da gol sfumavano per via dell’attenta difesa avversaria. A ribaltare gli spalti, un energico Lotito che con la convinzione di poter vincere la partita, chiedeva ai tifosi un forte incoraggiamento alla propria squadra. E proprio al “risveglio” della tifoseria neroverde che arriva il gol, dove Musti molto irritato, zittisce il pubblico di casa. A fine partita l’attaccante barlettano si scusa e tramite il nostro portale dice: “Mi scuso con tutti i tifosi per aver avuto quella reazione. In campo cerco di dare sempre il massimo e il mio rientro dopo mesi non è facile. Sono comunque contento di aver realizzato l’assist che ci ha regalato la vittoria”.

 

cannarozzi_premiato.jpg

 

cannarozzi_fair_play.jpg
Come annunciato nei giorni scorsi, prima del fischio d’inizio, i tifosi del Corato hanno ringraziato l’attaccante Lucerino, Francesco Cannarozzi con una targa serigrafata, la sciarpa del Vecchio Commando e il dvd “Sogno Neroverde” della stagione 2007/08.
In occasione della partita contro il Lucera del 24 Febbraio scorso, Cannarozzi (nella foto a sinistra) fu l’autore di un gesto di fair play che ha fatto il giro di tutto il mondo grazie alle riprese di Nunzio Procacci per coratocalcio.it.


  

 29/09/2008

DI VINCENZO COMPIE IL MIRACOLO

CORATO_LOCOROTONDO_RIGORE.jpg

Corato – Locorotondo 1-0

Un Corato ordinato e determinato batte di misura la ex capolista Locorotondo. La gara giocata sotto la pioggia vede un ottima prestazione da parte degli undici di Lotito e un totale ribaltamento rispetto alla partita giocata contro il Sogliano. Le idee sembrano non essere mancate e gli interi 90 minuti sono stati densi di azioni al cardiopalmo. Bravissimo il portiere Di Vincenzo a parare un rigore all’88’ causato da un fallo in area da Cannillo; altrettanto squisita è stata la rete realizzata dal capitano Jerry Leonetti su assist dalla destra di Cacciapaglia. Complimenti a Mister Lotito per aver messo ordine in campo e per aver dato la giusta carica ai neroverdi.

Le pagelle di coratocalcio.it:

Di Vincenzo, 9: riesce a dar sicurezza, il rigore parato lo decreta “santo” della giornata.

La Notte, 6,5: una prestazione notevolmente migliore rispetto a quella contro il Sogliano; speriamo che per la prossima gara i suoi compagni lo vedano più spesso quando scende sulla fascia sinistra.

Abbrescia Abruzzese=”da qua non si passa”, 7: sono stati l’incubo dell’attacco rossoblu, il loro impiego fondamentale!

Cannillo, 6: i suoi colpi di testa ben calibrati e l’ottimo gioco espresso, fa di lui un discreto giocatore, peccato per quel fallo che è costato un rigore.

Cacciapaglia, 7,5: bravissimo a dribblare il difensore e a compiere l’assist del gol.

Frascolla, 6: ha speso molte energie ma non sempre è stato incisivo.

Asselti, 7: d’ora in poi Lotito dovrà pensare bene di impiegarlo dal primo minuto, corre tantissimo: BRAVO!

Tritta, 6,5: dà sempre il massimo e tiene impegnata la difesa avversaria.

Pace, 6,5: anche se non è andato in gol (meglio così..) è un punto di riferimento per l’attacco neroverde.

Leonetti, 8: il capitano è il regista della squadra e l’autore della rete che regala i 3 punti.

Musti, 7,5: dopo 8 mesi di fermo ha tutta la voglia di dimostrare le sue capacità.

Curci, 7: il “piccolo” del gruppo è una spina nel fianco degli avversari.


  

 26/09/2008

RUVO – CORATO 1 – 4

D_INTRONO-CURCI.jpg
Il Corato batte il Ruvo 4 – 1 e conquista il passaggio al turno successivo; le reti sono state siglate in successione da Di Domenico, Asselti, Curci e nel finale da Sardella. Particolare interesse per il rientro di Michele Musti dopo circa nove mesi di assenza dai campi di calcio, mentre un lieve strappo muscolare si è abbattuto ai danni dell’under Frascolla. Da segnalare anche il rientro del portiere Damiano Di Vincenzo dopo un problema lombare e al menisco.

La partita contro il Ruvo ha messo in risalto i giovani Cataldo, Santarsiero, Asselti, Campanale e Di Domenico; alcuni di loro hanno fatto l’esordio in neroverde dimostrando di avere carattere e tecnica. Ottima prestazione.


  

 24/09/2008

COPPA ITALIA: RUVO - CORATO

coppa_italia.jpg
Il Corato dopo aver superato il primo di turno di Coppa Italia contro il Terlizzi, domani affronterà il Ruvo del presidente Ippedico. In questo mini girone formato da 3 squadre, Corato e Terlizzi sono a quota 3 punti mentre il Ruvo è a quota zero; ricordiamo che nella prima partita tra Corato e Terlizzi, i neroverdi vinsero grazie ad un autorete di Blonda e nella seconda gara il Terlizzi piegò il Ruvo per tre reti a zero. In caso di vittoria o pareggio, la formazione di Lotito passerebbe al turno successivo e vista la gara non particolarmente difficile, in campo scenderà chi non ha collezionato molti minuti finora, tranne il coratino Zaza ritornato a Minervino. Probabile rientro di Michele Musti e posto assicurato al centrocampista Savio Sardella che collezionando il secondo rosso della stagione appena cominciata, salterà il prossimo turno contro la prima in classifica Locorotondo.

Arriva la seconda ammenda per la società A.s.d. Atletico Corato e per ricordare a tutti i tifosi quanto costino le bravate domenicali, noi di coratocalcio.it, abbiamo posto in alto a sinistra dell’home page il “Multometro”, pungente e provocatorio contatore delle sanzioni versate alla FIGC. L’auspicio è di dire BASTA a questi insani gesti e ricordare che la stagione 2007/08 è costata circa € 7'000,00 di contravvenzioni, somma che si poteva investire in qualcosa di meglio!


  

 21/09/2008

A.A.A. CERCASI CONCENTRAZIONE

Corato – Sogliano 0-2

 

corato-sogliano.jpg
Il Corato di quest’anno non va, l’ennesima dimostrazione è stata la gara di ieri persa contro il Sogliano per due reti a zero. Per la terza giornata consecutiva gli uomini di Lotito rimangono in 10 e il problema più grande è quello di non avere idee e concentrazione in campo. Tante le lacune in tutti i reparti, da una difesa che non riesce a intendersi, un centrocampo che non alimenta le due punte e le due fasce laterali che sono pressoché inesistenti.

Oltre al rigore non concesso al primo tempo per il Corato, le manovre d’attacco vengono spente dall’attenta difesa del Sogliano; le due punte, Leonetti e Pace, a fine partita non saranno mai pericolose, complice un arbitro meticoloso coadiuvato dai due segnalinee poco attenti, il primo tempo si consuma ad intermittenza.

Il primo gol degli ospiti arriva al 40’ per una incomprensione tra Abbrescia, Cannillo e il portiere Di Niccolo: il primo lascia scorrere la palla di rimbalzo, il secondo innesca di testa un retropassaggio e il terzo esce dall’area piccola senza chiamare palla. Morale del film, ne esce un autentico passaggio a Spagna che insacca facilmente con un colpo di testa.

Il secondo gol arriva a 53’ grazie ad un diagonale di Di Debenedictis (il migliore in campo), anche in questo caso errore della difesa, Di Niccolo impotente.

Da quel momento in poi, il Corato invece di uscire l’orgoglio e recuperare le due reti, rovina ancor di più la partita. A pensarci il nervoso Sardella che con un fallo da dietro, atterra l’autore del secondo gol. Per lui rosso diretto e seconda espulsione della stagione.

Lotito salva il salvabile, fuori La Notte dentro Curci, stessa cosa per l’inefficace Frascolla sostituito dal giovane Campanale. Nel finale Di Domenico sostituisce Tritta.

Arriva il 90’ con la consapevolezza di aver assistito a una partita con poca concentrazione, l’ottima preparazione atletica non è bastata ai neroverdi per vincere la partita.

Sugli spalti tanta amarezza, non tanto per la sconfitta, ma per la poca voglia di incidere degli uomini di Lotito, così distanti dalle prestazioni della scorsa stagione. Francesco Roselli.

 

La formazione:

Di Niccolo 5, Abbasciano 6, Cannillo 5,5, Abbrescia 5,5, La Notte 5,5 (Curci 6,5), Cacciapaglia 5 , Frascolla 5 (Campanale 6), Tritta 6 (Di Domenico 6), Sardella 4, Leonetti 6, Pace 6. Mister Lotito 5,5


  

 08/09/2008

PRIMA GIORNATA, PRIMA SCONFITTA

OSTUNI CORATO

Non riesce l’impresa del pareggio al Corato che subisce la verve dell’Ostuni nel primo tempo, guidato dal rapidissimo Piscopo e nella ripresa rischia di riagguantare la squadra di Carbonella con Pace. Il Corato si presenta al Comunale di Ostuni con due terzini nuovi di zecca: il neoacquisto Cannillo, juniores dall’Andria e con Nicola Lanotte, alla prima in maglia nero verde. Assente Leonetti, squalificato e i lungodegenti Musti e Martinelli. L’Ostuni deve rinunciare a Porro, reduce dalle “cinque giornate” di Bisceglie e la punta Ricci sostituita da Carmine Nuzzaci. Fuori anche Kreshpa, al recupero da una pubalgia e Tenzone, solo in panchina, non ancora al meglio. Fulmineo il vantaggio ostunese. Parente fulmina con una punizione diretta Di Vincenzo, immobile al centro della porta. La rete del vantaggio di casa non scuote i neroverdi che subiscono il raddoppio dieci minuti più tardi. Piscopo, ben imbeccato dal buon Zammillo, apre come una scatoletta la difesa del Corato e realizza il due a zero. La squadra di Lotito finalmente si sveglia e va vicino alla rete in tre occasioni. Prima è Di Domenico, a tu per tu con Palmieri si allunga troppo il pallone. Al 15’ Cacciapaglia prova la staffilata dalla distanza ma la palla termina fuori. L’occasione più ghiotta sui piedi di Pace. Al 16’ la punta lucana salta con facilità il proprio marcatore ma la sua conclusione viene salvata sulla linea da Amato. La partita rallenta i ritmi ed è solamente Piscopo, sicuramente il più attivo nel primo tempo, a mandare in tilt la difesa del Corato che si rifugia un paio di volte in calcio d’angolo. Al 36’ ci riprova il Corato con Sardella ma la buona triangolazione con Pace si conclude con un nulla di fatto. Botta e risposta nel finale di tempo. Al 42’ Tritta si è trovato tra le gambe la palla del 2 a 1 ma non è riuscito a controllare la sfera. Dopo un minuto Mattia Miccoli semina due difensori ma conclude a lato. La ripresa si apre nel segno dell’Ostuni. Piscopo crossa dalla destra e Nuzzaci di testa non trova lo specchio. Pochi minuti più tardi azione fotocopia con il bomber salentino che questa volta trova le mani di Di Niccolo, da poco entrato a sostituire un dolorante Di Vincenzo. Standing ovation, al 21’ per la staffetta tra Piscopo, migliore in campo e Alfredo Tenzone. Al 23’ strepitoso intervento di Di Niccolo che in tackle strappa via dai piedi di Nuzzaci la palla del sicuro 3-0.  Gol sbagliato, gol subito. Un minuto dopo, Raimondo Pace fa secchi con un dribbling due avversari e deposita la palla in fondo al sacco rimettendo in carreggiata i neroverdi. L’Ostuni rischia di subire il pareggio al 32’. Errore della difesa, ancora Pace, come un falco, piomba sul pallone ma la conclusione termina fuori deviata da Trovato. E’ l’ultima azione degna di nota. Termina 2 a 1 per la squadra di Carbonella. Francesco De Marinis.


  

 31/08/2008

COPPA ITALIA: CORATO - TERLIZZI 1 - 0

blonda-terlizzi.jpg
Non poteva iniziare in modo migliore la nuova stagione del Corato che vince 1 – 0 la prima gara di coppa Italia contro il Terlizzi del presidente D’Alessio. C’è da ammettere che i rossoblù dopo un ottimo primo tempo, hanno regalato nel finale della prima frazione di gioco, il vantaggio agli avversari grazie ad un’autorete di Blonda (nella foto accanto).

Facendo una prima analisi dei neroverdi, la squadra non ha mostrato grosse lacune, certo dopo l’intensificazione degli allenamenti negli ultimi giorni, alcuni giocatori non hanno mostrato un ottima performance a livello fisico e il grosso guaio della squadra di Lotito, sono state le palle inattive che hanno più volte fatto tremare la difesa coratina. Da segnalare l’ottima prestazione dei due terzini Abbasciano, ormai over e del neo acquisto Di Fazio, classe 89 proveniente dal Lavello. Bravo anche il coratino Asselti, speriamo possa clonare l’ottimo campionato disputato l’anno scorso da Frascolla, quest’ultimo presente oggi in campo e capace di penetrare la fallosa difesa terlizzese. Qualcosa di più si sperava dall’ex Francavilla Sardella e dal veterano Tritta, il primo a volte troppo solista e il secondo a tratti con le idee non molto chiare, ma entrambi bravissimi giocatori. Il resto della rosa era composta dall’ attento Di Vincenzo tra i pali, i riconfermati Abbrescia, Abruzzese e Cacciapaglia e dal capocannoniere d’eccellenza Lucana, Raimondo Pace. Nel secondo tempo sono subentrati Di Domenico e Curci, mentre nell’ultimo minuto di recupero, Zaza ritornato a Corato.

CORATO-TERLIZZI-31-08-08.jpg

Novità all’ingresso dello stadio presidiato dalle guardie giurate: il biglietto per tutta la stagione costerà € 7,00 e non ci sarà la possibilità di acquistare abbonamenti né per tifosi né per ultras. Francesco Roselli.


  

 27/06/2008

ECCELLENZA PUGLIESE, QUALE DESTINO.

sport021.gif
Non sembra aver fine lo spostamento del titolo del Liberty Bari, infatti, dopo essere stato acquistato dal Liberty Palo, pochi giorni fa è arrivata la notizia che il titolo è stato ceduto nuovamente, questa volta al Liberty Modugno. Il titolo è stato così “libero” che nel giro di pochi mesi è saltato da una piazza all’altra, l’ultimo spostamento sembrerebbe per via di una deludente amministrazione comunale di Palo.

La grande assente nel campionato 2008/09 sarà l’ A.s.d. Molfetta Calcio che per il mancato interesse degli imprenditori locali, è stata costretta a monetizzare cedendo il titolo all’ A.s.d. Putignano, quindi nella città del carnevale ci saranno due squadre, l’ultima citata e la Champions Putignano che ha acquistato il titolo dal Noci. Speriamo che non facciano la fine della città di Altamura… L’altra città che non vedrà la Premiere League Pugliese sarà il Mesagne costretta a giocare in prima categoria e a vendere il titolo d’eccellenza al Brindisi; seri problemi a Nardò dove il titolo è tra le mani del sindaco, a Bisceglie dove dopo l’inutile ricorso della società, l’intero campionato sarà disputato in campo neutro e a porte chiuse e infine a Massafra dove i pezzi da 90 sono già andati via e la squadra rischia di avere una rosa smembrata.

A questo punto ecco una panoramica aggiornata, delle probabili società che saranno presenti durante il campionato 2008/09:

·       A.s.d. Atletico Corato

·       Atletico Tricase

·       A. Stefanizzi Sogliano

·       A.s. Bisceglie Calcio

·       A.s.d. Copertino

·       A.s.d. Putignano Calcio

·       Champions Putignano

·       A.c.d. Massafra

·       Brindisi Calcio

·       Liberty Modugno

·       Nuova Nardò Calcio

·       Ostuni Sport

·       Real Altamura

·       U.c. Japigia Bari

·       U.s.d. Terlizzi Calcio

·       U.s. Lucera Calcio

·       Virtus Casarano

·       Victoria Locorotondo


  

 14/06/2008

PRIMI MOVIMENTI

michele-schirone.jpg

Dopo alcune settimane di calma apparente, arriva la prima riconferma della Corato calcistica che riguarda l’attaccante Jerry Leonetti; il bomber sembrerebbe intenzionato a continuare l’avventura in Eccellenza insieme alla squadra neroverde.

Segnali di fumo, questa volta non buoni per i tifosi, vengono dal terzino sinistro Michele Schirone; dopo 3 anni di militanza in maglia neroverde, il forte difensore lascerà il posto ad un terzino under, ricordiamo che per la prossima stagione sarà necessario l’impiego di 3 under, due ’89 ed un ’90. Il capitano, amato tantissimo dai supporters coratini, dopo un anno non felicissimo trascorso tra panchina e incomprensioni con il Mister, ha deciso di cambiare aria alla ricerca di un posto da titolare in un'altra formazione.

Buone notizie, invece, vengono dalla società. Ad oggi sono cinque i soci che si sono aggiunti all’ A.s.d. Atletico Corato e che daranno il proprio contributo per la prossima stagione 2008/09.

Al via i primi lavori di manutenzione del campo sportivo.


  

PARTNERS

PIPER_CAFFè.jpg

sparksoft.jpg

imevi.jpg

fly_explorer.jpg

UNDERCOLORS.jpg

granoro.jpg

punto-ufficio.jpg

ottica-jurino.jpg

TRANS_LEVANTE.jpg

ge_vi.jpg

piccareta-pneumatici.jpg

Copyright © 2007-17 Associazione Sportiva Culturale Notizie Live. Tutti i diritti riservati.   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation